Crea sito

Narcisisti-Borderline e l’amore

Narcisisti-Borderline: uomini e donne con questo disturbo di personalità esistono eccome e possono davvero rovinarti la vita. Attenzione perchè all’inzio sembrano persone perfettamente normali, magari solo un pò lunatici, purtroppo è solo con il tempo che viene fuori quanto sono disturbati.

Non sono stupidi per cui inizialmente provano a nascondere in tutti i modi i tratti peggiori della loro personalità disturbata perchè sono consapevoli che solo in questo modo possono farsi amare, se si rivelassero per quello che sono realmente nessuna persona sana di mente  vorrebbe averli nè come amanti nè come amici.

La personalità è disturbata, c’è poco da capire

Il vero Narcisista-Borderline ha una mente perversa, una volta che vi ha conquistato mira a destabilizzarvi cercando di infondere dubbi, lo fanno in maniera sottile quasi impercettibile quel tanto che basta per farvi tornare a casa con qualche dubbio, non lo fa volutamente per pura cattiveria in realtà cerca conferme del vostro amore nell’unico modo che conosce “creando caos e insicurezza”.

Diranno cose che vi lasceranno ore ed ore pensando ma perché lo ha detto? Ma cosa voleva dire? E’ inutile tentare di interpretare, un borderline non pensa e non ragiona come noi, sono sempre persi e confusi dentro i loro tanti strati emozionali, dentro di loro regna costantemente confusione, impulsività e instabilità.

Narcisisti-Borderline

I Narcisisti -Borderline ci mettono di continuo alla prova, la loro insicurezza li porta sempre a dubitare di tutto, ma per quante conferme d’amore possiamo dare per un borderline non saranno mai abbastanza. Con loro si vive in uno stato di insicurezza costante, il giorno prima ti amano immensamente, ti vogliono sposare e avere un figlio da te, il giorno dopo e a volte persino qualche ORA DOPO non sei più niente, non vali più niente, ti cancellano dalla loro vita come se tu non fossi mai esistito. E come se tu non fossi mai esistito altrettanto velocemente ti rimpiazzano.

Il grande inganno: le tante maschere del narciso-border

Per questo ho deciso di raccontare l’esperienza peggiore della mia vita dopo essermi innamorata di una persona che era un narcisista patologico con tratti borderline. Indossano più di una  maschera e ogni volta ne usano una diversa a secondo di come vogliono manipolarti, ma la migliore è quella dell’uomo/donna affettuosa e amorevole. Se dovessi descriverlo in pochi aggettivi direi: trasgressivo, manipolatore, invidioso, geloso e bugiardo patologico, molto spesso sono anche BISESSUALI.

Narcisisti-Borderline: le loro mosse

Ci scelgono accuratamente perché hanno un fiuto eccezionale nell’individuare le persone di buon cuore, solari, sensibili e con un senso dell’amore sano e profondo sono queste le qualità di noi che loro ci invidiano e che vogliono annullare.

Il Narcisista-Borderline non è attratto dalle persone particolarmente fragili e quindi tendono a non sceglierle. Un ‘altra cosa che salta immediatamente all’occhio è che danno l’impressione di essere molto sicuri di se, naturalmente non lo sono affatto ma si sono allenati tutta la vita per sembrarlo e visto che sono dei bravissimi attori sono in grado di recitare quella parte divinamente.

Le parole e il loro comportamento sono QUASI SEMPRE manipolatori, anche quando sembrano sinceri in realtà ci stanno solo adulando per il loro interesse per accattivarsi simpatia, ammirazione e protezione da noi. RICORDATE che nella stragrande maggioranza sono persone prive di empatia!

Informatevi e salvatevi la vita

Dalla mia esperienza e con le informazioni che ho trovato sul web posso fare una distinzione tra le due patologie e dire che mentre il narciso patologico non è conscio di esserlo perchè generalmente sono arroganti, si sentono onnipotenti e credono quindi che a sbagliare non sono certo loro ma sempre gli altri i border invece sono consapevoli di esserlo e soffrono tantissimo perchè non hanno la percezione di chi sono realmente e di tutto quello che gira intorno a loro per questo motivo hanno problemi a relazionarsi.

Narcisisti-BorderlineGli psichiatri definiscono la patologia “Borderline” come un “Vuoto Emotivo”, e le persone che ne sono afflitte non sono in grado di amare così come lo intende un NON “Borderline”, essi fingono di amare perchè ne hanno bisogno per sfuggire all’angoscia e al senso di vuoto che sentono, ma a conti fatti non riescono a trasformare l’innamoramento iniziale in amore nel senso vero della parola. E’ proprio a causa di questo vuoto misto a noia che purtroppo non riescono a riempire che li spinge a ricercare sempre qualcosa di nuovo, un amore, un amico o un lavoro, tradotto non riescono a trovare una stabilità e un equilibrio.

Se avete avuto come me la sfortuna di imbattervi in qualcuno che soffre di questa patologie mentale continuate a leggere. Se dopo solo qualche settimana con il vostro lui/lei vi sentite piene di dubbi, stanche e senza energie perchè non riuscite a decifrare alcuni comportamenti ambigui sappiate allora che non sono solo sensazioni il vostro Narcisista-Borderline ha già cominciato il suo lavoro distruttivo, cercate subito di andare a fondo alla cosa prima che sia troppo tardi. Il tipo di sofferenza che infliggono queste persone è inimmaginabile!

Leggere blog tipo questo mi ha letteralmente salvato la vita e NON sto esagerando e sento quindi il dovere morale di restituire in parte i benefici che ho ottenuto da queste preziose informazioni. Magari riconoscendovi come vittime di queste persone potete rendervi conto di cosa davvero si nasconde dietro la personalità di questi soggetti.

Ecco perchè credo che solo informandoci e condividendo questo tipo di esperienze possiamo aiutare tanta gente che purtroppo senza neanche rendersene conto rimane intrappolata nell’inferno personale di questi disgraziati, definiti dagli psicologi narcisisti patologici con tratti borderline, di questa patologia soffriva l’uomo di cui ero profondamente innamorata. Comunque non è insolito trovare entrambe le patologie in un soggetto.

La mia storia

Questa è in sintesi la mia storia… è durata quasi un anno e mezzo ma sembrano 10 anni tanti sono stati i danni emotivi. Non augurerei di vivere un’ esperienza simile a nessuno anche se agli inizi ho creduto di essere una miracolata per avere incontrato “Il Grande Amore Della Mia Vita”.

Il falso innamoramento del narciso-border

Bellissimo, affascinante dai modi galanti è così che mi appare. Generoso, romantico e innamoratissimo praticamente l’uomo che ogni donna sogna. Agli inizi della relazione ero come stordita da tanto amore e mi sembrava di vivere come in una fiaba meravigliosa, a volte pensavo che era troppo bello per essere vero, ma da lì a poco tempo si e’ rivelato invece una persona volgare senza cuore nè anima.

Bombardamento d’amore (Love Bombing)

Narcisisti-BorderlineFaceva mille promesse di un futuro insieme, regali e diceva ti amerò per sempre, ti cercherò per sempre, sei un dono di Dio, ma queste parole dette fin dai primissimi giorni preannunciavano quello che la sua mente disturbata meditava di fare: farmi innamorare per poi torturarmi lentamente e quotidianamente e per sempre. Si per “sempre ” perchè i Narcisisti-Borderline non ti mollano fino a quando non ti hanno succhiato tutte le energie o fino a quando non li hai smascherati.

Inizio della svalutazione: atteggiamenti ambigui e bugie

In questa relazione gli atteggiamenti confusi e contraddittori erano all’ordine del giorno ma agli inizi io li percepivo solo come delle brutte sensazioni che finivano per essere smentite dal fatto che alla fine lui era sempre presente nella mia vita e innamoratissimo (come diceva lui). Ma qualche settimana e queste brutte sensazioni trasformano le mie giornate in un tormento quotidiano.

Era impossibile comprendere il motivo di tanta confusione nella sua testa… le sue bellissime parole non combaciavano con i fatti perchè nonostante dicesse di amarmi tantissimo alternava momenti di coinvolgimento totale a indifferenza totale e io mi sentivo una volta in paradiso e poi in picchiata giù all’inferno.

Infine il colpo di grazia le sue sparizioni senza motivo.. e poi solo il silenzio e il mio dolore altro che felicita’! Da che ero una persona piena di interessi mi sono ritrovata invece a spendere tutte le mie energie e le mie giornate nel tentativo di capirlo e sopra tutto di come venire fuori da una situazione che per me era diventata molto dolorosa.

Le rotture e i ritorni

Durante quei giorni di dolore ho cominciato a pensare che per quanto mi sforzassi di dare un senso logico a tutto quel casino c’era qualcosa di incomprensibile e di assolutamente NON logico nel suo comportamento.

Stanca, triste e con la poca energia e dignità che mi erano rimaste ho detto basta parecchie volte, ma lui riusciva sempre a incantarmi con le sue mille promesse e per qualche settimana le cose andavano alla grande tanto che lui sembrava essere tornato la persona adorabile degli inizi, solo poi ho capito che era la sua paura di essere abbandonato a farlo agire così e NON il suo amore per me.

Le persone con questo disturbo hanno un bisogno disperato di compagnia e attenzioni costanti, ma per quanto amore tu possa dargli per loro non sarà mai abbastanza. Sono sempre alla ricerca del “partner ideale” che non troveranno mai. Questo spiega la ragione per cui quasi tutti i borderline tendono a vivere  più relazioni nello stesso tempo e per farlo  mentono e tradiscono continuamente senza nessun senso di colpa.

Il mio dolore

Narcisisti-BorderlineIl mio Narcisisti-Borderline ad esempio non poteva sopportare di rimanere solo nemmeno un minuto, pensate che mi telefonava  subito dopo avermi accompagnata a casa solo per dirmi quanto mi amava e quanto gli mancavo  peccato che un attimo dopo diceva le stesse cose ad un’altra DONNA O UOMO (o persino fatto sesso con entrambi, si perchè dopo avermi detto quanto mi amava la sera organizzava orgie bisex, il mostro) eh già perchè il disgraziato era anche bisessuale, purtroppo l’ho scoperto solo alla fine, è stato un dolore talmente grande che non si può descrivere a parole ma alla fine una grande benedizione altrimenti non avrei mai trovato la forza di lasciarlo.

Negli ultimi mesi ho vissuto in una angoscia totale al solo pensiero che fosse bisessuale, oramai  le sue mille rassicurazioni e spergiuri non mi bastavano più  avevo bisogno di conferme riguardo alla sua doppia vita e quindi mi ero trasformata in una specie di investigatore privato per scoprire tutto quello che lui molto abilmente tentava di tenermi nascosto incluso il fatto che mi tradiva anche con uomini.

Ho dei ricordi orribili dell’ultimo periodo passato con lui, un susseguirsi di rotture e riappacificazioni dalle quali io ne uscivo sempre più massacrata nel fisico e nell’anima. Stavo molto male ma non riuscivo a reagire più di tanto perché lui era bravissimo a manipolarmi e solo quando mi vedeva piegata dai dubbi e dal dispiacere allora tornava a darmi tutto il suo (finto) amore…e intanto ormai senza rendermene conto avevo sviluppato una forte dipendenza da lui.

La manipolazione

Fate attenzione ad un’altro aspetto molto importante del disturbo borderline che è la manipolazione, loro tendono a manipolare per avere controllo su di te, crearti dipendenza e specialmente perchè hanno molto da nascondere.

I Narcisisti-Borderline per manipolarti fanno leva sul tuo buon cuore accusandoti di cose assurde per poi farti sentire in colpa. Oppure ti manipolano ribaltando le situazioni a loro favore per farlo mentono senza ritegno e con una grande naturalezza, possono arrivare a giurare il falso sui propri figli e persino sui genitori deceduti; la loro mente disturbata può arrivare a dei livelli di perversione talmenti alti che risulta impossibile da credere per un non-borderline.

La mentalità perversa

E a proposito di mentalità perverse leggevo che NON tutti ma molti Narcisisti -Borderline tendono a crearti dipendenza attraverso un metodo vile e crudele del “raggiungere e mollare”, praticamente una volta che sentono che la preda è innamorata  cambiano atteggiamento diventando distaccati come se improvvisamente non avessero più interesse verso le malcapitate, tutto questo disorienta il partner provocando un grande dolore e nel tempo dipendenza a meno che non si ha una forte autostima.

Con questo scenario la confusione l’ha sempre fatta da padrona, solo dopo 15 mesi leggendo e informandomi ho scoperto di questa patologia e allora finalmente tutto è diventato chiarissimo!!!

Conclusioni:

Salvatevi in tempo da questo tipo persone tanto disturbate senza tentare di salvare il rapporto, credetemi se vi dico che è tutto inutile prima lo accettate e prima vi libererete dal male che vi fanno quotidianamente, per loro ci vuole solo un aiuto da persone esperte che non siete voi!

Un consiglio: se state vivendo questo dramma o siete in procinto di liberarvi da questi disgraziati tenete duro e non date troppa importanza a quello che vi dicono, non so come fanno ma sanno esattamente quello che volete sentirvi dire. Vi diranno frasi d’amore bellissime e commoventi pur di tenervi incatenate a loro.

Prestate invece molta attenzione a loro comportamento. Non cadete nella trappola del “però se mi ha cercato vuol dire che ci tiene davvero”, NON E’ MAI COSI’ ci cercano per noia dopo magari aver scaricato l’ennesima vittima oppure dopo essere stati scaricati a loro volta.

PROTECTED BY COPYSCAPE ONLINE PLAGIARISM DETECTION

LASCIA UN TUO COMMENTO PER CONDIVIDERE LA TUA ESPERIENZA CON NOI!

103 Risposte a “Narcisisti-Borderline e l’amore”

  1. Io ho avuto una relazione con un soggetto borderline durata 12 anni, i primi 6 anni sono stati tranquilli anche se notavo in lei strani pensieri, mi diceva sempre che io non l’amassi, sognava che io la lasciassi ed al risveglio piangendo mi faceva promettere di non lasciarla mai, io mi sentivo amato e pensavo di aver trovato il partner della mia vita. Compriamo casa, progettiamo di avere figli e dopo 1 anno di convivenza iniziano i problemi, vuole un figlio ma dice come facciamo con i soldi, mi allontana dalla mia famiglia dicendo che per me venivano prima i miei che lei, stessa cosa accade con i miei amici, mi accusa di non pensare a lei e mi ha fatto passare 3 anni tremendi in cui pensavo di essere io a sbagliare, più volte mi dice voglio andare via e tornare a casa e puntualmente non lo fa. Quando riesce a farlo vengo a scoprire che aveva un altra relazione e già viveva con l’altro. Per mesi mi sono sentito come esser passato dalle stelle alle stalle, e con l’aiuto di una specialista ho capito di aver avuto a che fare con un soggetto borderline. È stata dura ma mi ritengo fortunato di non aver più a che fare con lei

  2. Cioè che dici mi è capitato anche a me purtroppo, con un ragazzo, sono stato malissimo e mi son ritrovato senza energie anche dopo pochi mesi. Capisco che non per tutti sia facile da capire ed accettare, io però sono bisex e non ho mai tradito nessuno, sembra che uno punti il dito su noi quando, in realtà non è la sessualità che fa l’amore ma solo il cuore. Quello che io penso di avere.

  3. Salve a tutti, sono Pietro. Anch’io, come molti di voi, mi ritrovo demoralizzato, umiliato, arrabbiato, stanco di pensare a spiegazioni razionali e con meno autostima di prima, a seguito di una relazione disfunzionale. Per di più mi sento totalmente incompreso da amici e familiari, i quali tendono a generalizzare e banalizzare dicendo “vabbé tutte le donne sono così”. Probabilmente l’unico modo per credere all’esistenza dei borderline è passare attraverso il calvario da tanti descritto. Non sono uno psicologo quindi non vorrei dare etichette a nessuno; da quanto ho letto i disturbi della personalità talvolta si fondono tra loro o comunque ogni persona è un caso a sé stante e non può essere etichettata. Parlo di borderline per intendere i tratti caratteristici del disturbo, purtroppo tutti presenti nella mia ex (tranne le minacce di suicidio e la bisessualità, almeno che io sappia) e sui quali mi sono documentato per mesi, tormentato dalle tante ferite e dalla confusione mentale che mi aveva lasciato questa ragazza.
    La mia storia è durata 1 anno (a quanto pare il limite storico massimo per questa ragazza che aveva avuto innumerevoli ex) ed è simile a quella da tanti descritta, ovvero caratterizzata da idealizzazione/svalutazione, paura dell’abbandono, attacchi al legame, manipolazioni, trattamenti del silenzio, tendenza all’agito, fraintendimenti, incomunicabilità, “raggiungere e mollare” e, naturalmente, breve durata, perché mi sembra difficile che una persona con tale disturbo possa portare avanti una relazione per periodi lunghi (ma forse dipende dai casi).
    Da quanto ho letto durante questo anno senza di lei e dai tentativi miseramente falliti che ho fatto, mi rendo conto di non poterla aiutare perché a malapena riesco ad aiutare me stesso con i miei problemi di autostima, coi miei ingiustificati sensi di colpa e la codipendenza che ho sviluppato.
    Non me la sento di incolpare queste persone per questi comportamenti illogici; a quanto pare non dipende da loro e sono le prime persone a soffrirne. Tuttavia a queste persone vorrei dire: se non siete in grado di avere una relazione di coppia stabile allora sappiate che si può vivere lo stesso anche da single evitando di passare come uragani nella vita delle persone. Voi siete in cerca di un uomo/donna perfetto che non esiste. Se vivere in coppia vi fa soffrire (e ogni vostra relazione sentimentale lo dimostra) allora evitate di andare a pesca di uomini/donne da idealizzare e svalutare. Sapete già come andrà a finire. Evitate e basta!!! Mi rendo conto che la prospettiva di una vita in solitaria non è tanto allettante ma questo vale per tutti; io stesso, ora che ho scoperto il mio problema di dipendenza affettiva e la mia predisposizione ad attirare borderline, starò molto più attento alle donne che mi si avvicinano, nella consapevolezza che è meglio una vita da single che una vita di coppia piena di instabilità, tradimenti, confusione, incomunicabilità.

  4. Buongiorno!
    Non posso che ringraziarvi, tutti, per le numerosissime testimonianze.
    Conferma di situazioni vissute, per forme e contenuti, dal sottoscritto.
    Nessuna spiegazione, logica, fino al momento in cui mi sono imbattuto in forum o blob analoghi a questo.
    Pazzesco, davvero.
    Starci lontano sarà la miglior forma per volervi bene.
    Si, lo so, difficile dopo le emozioni che si provano all’inizio. Anche quelle però fanno però parte della malattia.
    Grazie.

  5. Salve a tutti,sono Paola ho quasi 40 anni e leggendo questo blog vorrei anche io contribuire con la mia esperienza.
    Ho difficoltà persino ad iniziare…sono 3 mesi che é finita….ma finita davvero…sono stanca ….terribilmente stanca…il mio border beve e fa uso di droghe e durante le sue crisi io sono finita qualche volta in ospedale! Ovviamente era sempre colpa mia…ancora oggi pretende delle scuse da me! Siamo stati insieme 5 anni…5 lunghissimi anni…se solo potessi con la forza del pensiero farvi entrare nel mio inferno…la cosa più brutta é la manipolazione e la solitudine…solitudine perché piano piano non avrai più nessuno,anche la tua famiglia…lui ti manipolera così tanto che non avrai piu pensieri tuoi…sogni…desideri…inizierai a parlare come lui…pensare come lui…però farai tutto tu…piano piano ti ritroverai a sbatterti tutto il giorno per accontentarlo…per poi la sera ritrovarti comunque rifiutata come donna….e quando avrà raggiunto la tua totale devozione ti lascerà in un minuto perché vuole vederti soffrire…senza un lavoro
    ..senza soldi…senza famiglia…senza amici!
    Dopo qualche giorno é già con un altra e te lo dirà anche per paura che non soffri già abbastanza….poi passa qualche mese tu ti sei ripreso e lui torna all attacco aiutandoti amore eterno….5 anni così….immaginate!
    Pero voglio dirvi una cosa….lavorate su voi stessi…
    Non vi ossessionate a leggere pagine e pagine su questi loro disturbi….li state facendo vincere ancora…alla fine il concetto é semplice…loro fanno provare a noi quello che hanno subito da piccoli…questa é la loro rivincita. …e comunque pace non troveranno mai..
    Ma domandarvi voi perché avete accettato tutto questo….loro hanno dei problemi
    ..ma in fondo ce l abbiamo anche noi! Non perdete tempo a curare la malattia dell altro…
    Curate la vostra….c é una ferita dentro di noi aperta che ha fatto sì che dipendessimo da loro….lavorate su quella é lasciate perdere questi individui….spero di esservi stata utile e se ci sto riuscendo io….e credetemi io la notte ancora non dormo….in piena quarantena
    Possono riuscire tutti!
    Amatevi!

    1. Buongiorno a tutti , dopo 22 anni con una persona dai comportamenti ambigui , infantili , prepotenti , finalmente i miei sospetti sono fondati , è borderline , riconosciuto in terapia, dopo soli tre mesi , era lampante che lo fosse , aveva tutti i sintomi della patologia !!! Mollata negli ultimi 6 anni per la terza volta , anche questa volta è innamorato, è quella giusta 🤣🤣🤣 vabbè.. conosco talmente bene questa patologia che potrei scommettere sulla durata di questo ultimo rapporto, a parte lui , questa volta ho deciso di pensare a salvare me , sono anche io in terapia.. 22 anni con un boderline- narcisista mi ha tolto l’identità , non so più chi sono , vivo costantemente con il pensiero di lui è diventata un’ossessione, non è sano per me tutto questo 😞 siamo i peggiori nemici di noi stessi , ma ho fiducia , so che io starò bene prima o poi , lui nemmeno se va in terapia 😉 buon percorso di luce a tutti ♥️

  6. vorrei aggiungere la mia di esperienza….lei giovane (27 anni, 10 anni in meno di me) bellissima, seducente, dolcissima con in bambini, sempre sorridente….ci conosciamo ci piacciamo e inizia questa relazione. Lei davvero focosa subito mi rivela di essere stata con molti uomini ma quando è stata fidanzata di non aver mai tradito. La cosa mi tranquillizza un po’…poi mi dice di essere bisex o meglio eteroflessibile e di aver avuto esperienze in tal senso, anche in tre. Io cerco di sospendere il giudizio, perchè a dire il vero anche a me piace fare sesso e se ne avessi avuto la possibilità nella mia vita probabilmente avrei partecipato volentieri a una situazione del genere, quindi tendo a giustificarla (tipo con la persona che amo non lo farei mai) . Allo stesso tempo sono il tipo che vuole amare una sola donna per la vita intera e che non proporrebbe mai una cosa a tre alla persona che ama, sono uno che ama con tutto sè stesso…. vabbè comunque va tutto per il meglio, io mi dichiaro innamorato e dopo poco anche lei dice di amarmi…fantastichiamo sul nostro futuro assieme finchè dopo mese di relazione mi dice che, quando finirà gli studi, vorrebbe un figlio da me…mi fa intendere che se continuasse tutto così bene andremo a convivere assieme…poi una settimana dopo mi dice che è triste, inizia a trattarmi male, mi dice di aver sognato l’ex e che quel rapporto per lei era quello giocoso, con me che invece le chiedevo impegno si sentiva soffocare…lei interpreta questo sogno non come desiderio dell’ex (di cui mi dice non è più innamorata e che aveva lasciato lei per problemi di relazione immatura) ma in contrapposizione al nostro rapporto. Poi arriva san Valentino e davanti a un bellissimo tramonto mi lascia… quindi da una settimana all’altra puff, tutto sparito. Mentre mi lascia piange anche lei ,perchè le dispiace e perchè aveva sognato anche lei di far giocare i nostri figli insieme alle mie nipotine. ci sentiamo dopo 10 giorni e mi dice che è ancora confusa, talmente confusa che il giorno prima era stata assieme all’ex e che era stata benissimo, che aveva sentito l’amore di prima con lui…ma che non sapeva nemmeno se ci si sarebbe rimessa insieme per i problemi per i quali si erano già lasciati..ma che le sembrava ingiusto tenermi in sospeso…tutto questo trattandomi con freddezza.

    Io sono rimasto purtroppo stregato da lei, nonostante mi renda conto che una persona instabile (il mio psichiatra dice che è sicuramente una border, ma io non ne sono totalmente convinto o comunque ogni border può avere o non avere della caratteristiche (es. lei non era rabbiosa nè autodistruttiva nè manipolatrice, anzi è stata sempre fin troppo sincera con me) hanno un fascino così potente che non si può spiegare….spero di prenderne pienamente coscienza e di trovare nel frattempo qualcuna normale con la quale realizzare la mia vita

  7. Ciao,
    ho letto la tua storia e mi dispiace moltissimo credimi. Io sono una donna di 37 anni e sono borderline. Ti racconto il mio punto di vista: ho scoperto di esserlo da quando avevo 14 anni ma a quel tempo non si capiva bene cosa fosse e comunque nessuno aveva cura o soldi di portarmi da un analista. Ho subito abusi quando ero una bambina. a 16 anni uscivo con uomini più grandi perchè ero molto matura e avida di conoscenze e di vita. a 19 anni sono partita all’estero perchè avevo crisi di panico e non riuscivo a seguire i corsi di psicologia a cui mi ero iscritta. a 19 anni ho iniziato ad usare eroina per autocurarmi dalla depressione. A 22 ero anoressica e pesavo 47 chili per 1,70. Ho tentato il suicidio 3 volte. Sono rientrata in Italia e ho avuto il crollo definitivo. Sono uscita dall’eroina da sola. Ci ho messo tre anni a trovare uno psicologo e uno psichiatra. Ora sono in terapia, sotto farmaci, sovrappeso e piango ogni giorno. Sono una bellissima ragazza, colta, intelligente, gentilissima con tutti. Sin da piccola ho subito operazioni chirurgiche anche gravi e ho sempre sorriso mentre dentro non avevo il coraggio di ammettere che stavo andando in pezzi.Il mio dolore lo interiorizzavo tagliandomi, privandomi del cibo, abbuffandomi. Le relazioni sono sempre state un disastro perchè sentivo che nessuno mi capiva e sentivo che le persone si innamoravano ma io non riuscivo a dare amore. Mi dispiace per tutte le vostre esperienze, ma ci sono persone come me che lottano per guarire e non vogliono fare del male a nessuno, e l’unico male che fanno è a loro stessi. noi non possiamo essere aiutati dagli altri, ma non siamo tutti cattivi ti assicuro.Non siamo mostri. Io non ho più una vita perchè pago psicologo e psichiatra e la maggior parte del tempo mi sembra che non guarirò mai penso sempre che se morissi non farei più del male a nessuno e risolverei il problema. leggere le vostre parole, seppure vere, non ha fatto che aumentare il senso di colpa perchè realmente io non vorrei fare del male a nessuno ma molto spesso la mia mente ragiona in maniera cosi contorta che chi ha a ch efare con me non riesce a capirmi. scusate lo sfogo.

  8. Ciao , vero anchio x quanto subito in quasi due anni non voglio ne offendere ne giustificarlo su ciò che ho vissuto ma venire a conoscenza di esperienze altrui e teorie di studiosi in materia questo x essere meno ignorante di quanto fossi prima . Reputo di scappare da queste persone prima possibili ,la loro pena e già di essere vittime di se stessi ,noi possiamo uscire problema è chi ci deve rimanere vedi familiari e soprattutto figli su cui rivedranno i loro problemi .vi auguro serenita

  9. A prescindere dai commenti pervenuti sul blog e da quanto gli utenti abbiamo piu o meno cognizione di causa nell ‘esporre i tratti dei presunti bl, mi sento vivamente di consigliare a tutti quanto sto scrivendo e che vi sia di monito:
    Lasciate il vostro partner bordeline!
    1)Non esiste una cura
    (l’ unica cura ve la prescrivera il vostro dottorw dopo aver sviluppato una tremenda dioendenza affettiva

    2)vi tradiranno.
    Lo hanno nel dna e a meno che non scendiate a umilianti compromessi di promiscuita, terranno il piede su piu staffe. Lo fanno tutti i bl.

    3) vi alieneranno.
    Il loro vuoto puo essere colmato dalla vostra totale abnegazione nei loro confronti. Dimenticate hobby e amici perche li perderete

    4)avrete sempre torto.
    Vivonoboer addossare le colpe al prossimo (la mia partner mi accusava di non aver passato l’esame per colpa mia non avendobstudiato insieme a lei)

    5)vi denunceranno.
    Sono abili a persuadere forze dell ordine anche davanti alle piu sconcertanti evidenze.

    6)vi accuseranno ingiustificatamente
    Proiettano sul partner tutte le loro nefandezze (gelosie in primis) propio perche sono i primi a farlo.

    7)vi manipoleranno.
    Con qualsiasi arma e a prescindere che siate forti o deboli (io sono un manager di successo e appena capito il genere di persona malata l’ho prontamente lasciata ma lei minacciava di divulgare v il videodi una fellatio a tutta l’azienda….cosa che ho registrato con una spy cam e consegnata alle autorita giudiziarie a completamento dell ‘istanza di licenziamento per giusta causa con cui l’ ho fatta sparire nel suo vuoto)
    8)vi tortureranno
    Con i loro litigi ad ore impensabili e per futili motivi, faranno un push and pull a livelli adolescenziali e vi esauriranno
    9)vi calunnieranno
    Sarete sommersi di insulti… Specie se siete realizzati… Loro non concludono nulla perche non vogliono fare nulla non perche sono borderline. E sono invidiosi di voi perche vi hanno scelto inizialmente come appiglio ma non sopportano di essere dei luridi parassiti
    10)vi recicleranno
    Dopo avervi lasciati torneranno a pi riprese illudendovi.. Quando magari avete meno soldi dell’altro ma un pene piu grosso.
    Conclusione:
    Non abbiate pieta di chi (dietro una diagnosi) non l’avra mai di voi.

    ALLONTANATELI NON SONO BELLE PERSONE E SE LI VOLESTE AIUTARE NON LAMENTATEVI DEL VOSTRO STESSO SPIRITO DA CROCEROSSINA/O.
    APRITEVI UNA ONLUS IN TAL SENSO

    1. Sinceramente, credo che impiegare tanta energia nella comprensione di certi meccanismi, manipolatori e quant’altro, rischi di diventare un’altra fonte di “offesa” a sè, oltre a quella già subite nel coinvolgimento. Forse, dati per compresi i meccanismi, ci si potrebbe interrogare sul perché ci si è ingaggiate/i in una relazione con persone di questa tipologia. Parlo per me. Quanto si è subito è su un piano, ma “perché” non ci si è sganciati/e prima è comunque un discorso che, personalmente, cerco di comprendere, Per non ripetere.
      Preferisco comprendere me che un narcisista o un border line

    2. Tutto tremendamente vero quanto scritto in tutti i dieci punti. E’ inutile leggere gli articoli sul “come comportarsi”, non c’è soluzione che tenga perché sarebbe come voler colmare un buco nero con un secchiello di sabbia. Forse un familiare può anche farcela a sopportare ma per una persona che si coinvolge sentimentalmente e che lega la propria vita a quella di un tale soggetto ne esce distrutto, ti ferisce in ogni modo possibile ed immaginabile, ti devasta. Può relazionarcisi solo chi, e ce ne sono, le sfrutta dal punto di vista sessuale, bestie senza scrupoli che si approfittano di un disturbo personale per trarne proprio vantaggio, persone pronte all’uso al primo litigio, alla prima fuga. E’ assurdo che persone malate di patologie contagiose debbano stare attente al contagio e soggetti del genere possano rovinare persone in maniera indisturbata. Sono deleterie anche per i figli che rischiano di soffrire in età adulta dello stesso disturbo. Spero per me che finisca la rabbia e sopraggiunga l’indifferenza dettata dalla compassione e dall’accettazione, sono persone malate che recitano costantemente, fingono di voler bene ed amare per manipolare, ma che in realtà buttano via la loro vita in un susseguirsi di dolore ed esaltazione. L’amore non l’hanno mai sperimentato per cui cercano qualcosa che nemmeno conoscono e quindi non sanno riconoscerlo, è come se vi chiedessero di cercare un oggetto che non avete mai visto, non lo troverete mai. Non potete fare nulla per loro ma solo per voi stessi, andando via il prima possibile senza mai più tornare indietro. Perché torneranno, quando gli/le farà più comodo, quando il poveretto di turno sarà sfinito o fuggito via e voi con la vostra dipendenza siete un porto sicuro, abili con le parole come nessun altro, capaci di prostrarsi ai vostri piedi ammettendo di essere il peggio e voi un dio vi esalteranno e voi non saprete resistere. Ma tutto finirà nell’arco di qualche giorno e quel reietto o reietta che fino a qualche giorno prima vi esaltava diventa il vostro carnefice e voi in preda allo stupore, alla delusione ed all’amarezza per esserci cascato di nuovo non vi renderete conto che sarà troppo tardi, resterete invischiati ancora in quella relazione tossica.

  10. Tu stai facendo della cattiva informazione, il borderline ha delle caratteristiche che non sono tali per i narcisisti. Con questo blog che mi sembra uno sfogo personale tra l’altro senza prove di repliche, senza documentazioni, stai solo creando pseudo psicologia spiccia. Son felice se aiuti alcune persone sofferenti per amori finiti ma così crei un po’ di confusione. Un borderline conclamato da diagnosi soffre eccome. La sua cattiveria non esiste. Studi scientifici dimostrano che il borderline conclamato, e non da partner con la diagnosi facile che sono state mollate, utilizza parti del cervello che sono legate alla reazione emotiva, non razionale. Sono come in preda a convulsa paura. Il narcisista cara mia, è uno stronzo insensibile. Non è border.

    1. Verissimo! i borderline (mia moglie) vivono uno stato emozionale amplificato rispetto a un non borderline. Vivono davvero in uno stato di totale confusione che si ripercuote su chi hanno affianco! non sono cattivi, ma fanno soffrire e tanto! ti posso garantire che tutte le testimonianze riportate corrispondono alla mia vita!! 21 anni insieme: momenti felici alternati a veri e propri drammi che non vedono mai la luce in fondo al tunnel! purtroppo posso confermare che non sono fedeli!Sono persone che soffrono e che non possono essere aiutate da un non-professionista!!

  11. Ho appena terminato una relazione di 6 mesi con una donna certamente borderline. L’ho riconosciuta ( tardi ) perché ( ahimè ) ne ho già avuta un’altra. Nonostante – quindi – dovessi essere un po’ vaccinato mi ritrovo di nuovo con un dolore immenso nel cuore. La repentinità del suo cambiamento è fuori da ogni logica umana , per la psiche – sebbene sia ben documentato in materia – è un colpo toppo duro anche perché non riesci più ad avere fiducia : i borders non sempre si fanno riconoscere da subito – anzi – quindi non sai più cosa credere delle donne ( ma direi degli uomini a parti inverse ) in generale. Ciò che distrugge soprattutto è la freddezza che possono esprimere – quasi da un giorno all’altro – sparendo totalmente. Qui non vedi neppure solo la mera “rabbia” ma tocchi qualcosa di peggio : il nulla. Si dice che loro soffrano ancora di più ma io non mi capacito tuttavia di una tale freddezza. Purtroppo sono persone a tutti gli effetti pericolosissime : i danni che inducono sono pesantissimi, per alcuni irreversibili. Credo anzi che siamo tentati di ritornarvi nella speranza che chi ti ha iniettato un tale veleno abbia anche l’antidoto…perché non ti capaciti proprio dove lo potresti trovare. Saggiamente bisognerebbe arrivare alla piena consapevolezza che – loro malgrado – come tutti danno quello che possono dare ovvero ciò che hanno dentro che nel loro caso è sofferenza , paura, follia, vuoto. Questo hanno dentro quindi solo questo possono dare. Ma il cervello di una persona fa umanamente fatica a capacitarsi comunque.

  12. Sono del parere che spesso e purtroppo i Narcisisti-Borderline si incastrano bene con vittime che inconsapevolmente hanno una scarsa autostima o provengono a loro volta da situazioni di solitudine, periodi di depressione, mancanza di affetto.
    In quasi tutti i commenti le vittime, nel racconto delle loro relazioni e in fase iniziale, ritengono immediatamente di aver trovato la persona perfetta, unica, stupenda, amabile e così via e ciò sarebbe giustificato alla fase dell’innamoramento così coinvolgente.
    Spesso i comportamenti altalenanti dei Narcisisti-Borderline sono abbastanza evidenti ancor prima che si espongano ad una relazione e inizino ad indossare una delle tante maschere, ad esempio nelle primissime settimane di conoscenza, esempio parlano con te per 2 giorni e poi scompaiono oppure se ti incontrano nemmeno ti salutano, ti fanno sentire speciale a fasi alterne e poi ti accorgi che usano lo stesso comportamento e confidenza con gli altri, a volte fanno affermazioni strane e contorte per il contesto in cui vengono dette, sono molto seducenti, fisicamente, sono ambigui e anche questo aspetto induce alla curiosità altrui. Spesso usano la loro attrazione per avere vantaggi non solo emotivi ma anche pratici, ci tengono alla loro carriera e al loro ego smisurato.
    Le vittime bisognose di affetto e attratte fisicamente e mentalmente scartano automaticamente gli atteggiamenti negativi spie di queste personalità contorte ed insaziabili, e a fronte dell’illusione di aver trovato la persona amata azzerano la loro autocritica e offuscano ogni segnale che possa distrarli da questa situazione idilliaca.
    In sintesi i segnali negativi ci sono tutti e vanno approfonditi e vanno considerati con la stessa importanza di quelli positivi, se ciò accade si potrebbe mettere in dubbio da subito una relazione con queste persone evitando di trovarsi in situazioni pericolose dalle quali poi potrebbe risultare doloroso uscirne.
    Insomma diamo la colpa, a queste personalità contorte ed in fondo il loro modo di vedere la vita e le relazioni sociali sono condannabili dal punto di vista affettivo rispetto a chi vuole avere relazioni stabili e di vera condivisione amorosa e sociale, ma spesso dimentichiamo che noi stessi alimentiamo queste situazioni annulliamo la nostra autostima, non vogliamo prendere coscienza della realtà e questo ci può far soffrire e farci diventare una nullità.
    Per coloro che ci sono capitati oggi forse hanno capito e spero abbiano imparato lezione, per gli altri dico solo attenzione a non sottovalutare ad analizzare segnali evidentissimi che vengono spacciati come caratteristiche caratteriali mentre spesso si tratta di persone che hanno una vera e propria patologia, se avete autostima, volete bene a voi stessi innanzitutto e autocritica difficilmente vi troverete in un incubo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *